I Vostri Quesiti


Coloro che sono interessati a consulenze o informazioni esclusivamente in materia di infortuni sul lavoro e malattie professionali, possono porre i quesiti scrivendo all’indirizzo email esperti@anmil.it

Tutti i quesiti verranno pubblicati in questa sezione del portale per fornire un contributo informativo agli utenti e costituire un database di FAQ (Frequently asked questions – domande poste di frequente). Segnaliamo che nella pubblicazione del quesito, in ottemperanza al Codice Privacy D.Lgs. 196 del 30 giugno 2003 e s.m.i., i dati personali identificativi verranno opportunamente resi inintelligibili al fine di non consentire riconduzioni all’interessato. Vi informiamo inoltre che i dati personali già in nostro possesso o che vorrete comunicarci nell’invio del messaggio di posta elettronica, sono e saranno trattati secondo principi di correttezza, liceità e trasparenza, tutelando i Vostri diritti e utilizzati per le finalità e le modalità descritte nell’Informativa di ANMIL (Titolare del trattamento) consultabile nell’area “ANMIL Informa” del portale. Per eventuali dubbi o chiarimenti vi invitiamo a scrivere all’indirizzo mail portale@anmil.it

 

Stampa  




Data: 10/03/2017 - Categoria: Adattamenti-Protesi
Clicca sulla domanda per vedere la risposta
Domanda:

Salve, ho un'invalidità del 45% e sono titolare di rendita vitalizia dal 1980.
L'invalidità riguarda la necrosi della testa del femore che nel tempo, a causa di numerosi interventi per inserire endoprotesi e protesi che si sono infettate, ad oggi mi ha comportato l'espianto totale della protesi e conseguente accorciamento dell'arto di circa 6/7 cm.
Vorrei fare richiesta di scarpe ortopediche. Sono già stato alla sede INAIL di competenza ed essendo stata questa la mia prima richiesta dopo tanti anni, mi hanno chiesto una visita ortopedica da uno specialista che ha un costo di 150 euro. Io farei la visita ma se poi mi bocciano la richiesta per cause non dovute all'infortunio?
Ho diritto o no a questa fornitura? Grazie
 



Data: 10/03/2017 - Categoria: Collocamento-Mansioni lavoro
Clicca sulla domanda per vedere la risposta
Domanda:

Buonasera, sono un infortunato sul lavoro con un grado di invalidità del 58%. Ho difficoltà a trovare un lavoro in quanto non riesco a muovere facilmente la mano e il braccio sx. Attualmente sono disoccupato.

In più mi sono ammalato di leucemia LGL a grandi cellule T, forma rara e cronicizzante considerata neoplasia non ferma, rispetto alla quale l'INPS mi ha riconosciuto un grado di invalidità civile del 55%. Ciò mi ha ulteriormente impedito di trovare lavoro, essendo soggetto a ripetute infezioni batteriche e virali che mi obbligano a restare a casa.

Ho fatto richiesta, tramite apposita modulistica, alla mia sede INAIL di competenza, di assegno di icollocabilità, ma purtroppo non mi è stato riconosciuto nulla.

Quindi volevo sapere come poter agire e se è possibile che riesca ad ottenere tale assegno.










Pagina 1 di 57Primo   Precedente   [1]  2  3  4  5  6  7  8  9  10  Prossimo   Ultimo