Dettagli articolo

C’è tempo fino al 30 marzo per avanzare istanza di contributo per la rimozione dell’amianto in edifici pubblici >>
 
Data: 20/03/2017
 

Scade il prossimo 30 marzo la possibilità per le Pubbliche Amministrazioni che intendono accedere al fondo per la bonifica dell’amianto, il quale finanzia «la progettazione preliminare e definitiva degli interventi di rimozione e smaltimento, anche previo trattamento in impianti autorizzati, dell’amianto e del cemento-amianto presente in coperture e manufatti di edifici pubblici», fino a un massimo di 15mila euro.

Le amministrazioni interessate possono fare richiesta dei contributi per i lavori da eseguire presentando una sola domanda di partecipazione per ogni anno, anche se è possibile riportare interventi in una o più unità locali del territorio di competenza.

L’invio è telematico, tramite l’applicativo sul sito del ministero dell’Ambiente www.amiantopa.minambiente.ancitel.it, e i termini si sono aperti il 30 gennaio scorso e scadono a fine marzo: una volta raccolte le domande, il Ministero – dopo l’istruttoria condotta con l’aiuto dell’Ispra – disporrà una graduatoria generale su base annua delle richieste ammesse al contributo, fino all’esaurimento del fondo.

I finanziamenti saranno quindi erogati a tranche: il 30% della somma al momento dell’ammissione; il 40% all’approvazione del progetto definitivo; il 30% alla rendicontazione finale delle spese sostenute per la progettazione preliminare e definitiva degli interventi.

 

Indietro

GestCookies