L'ANMIL PROMUOVE UNA PETIZIONE POPOLARE PER L'ESCLUSIONE DELLA RENDITA INAIL DALL'ISEE


 

 

 

SCARICA LA PETIZIONE >> 

 

 

 

 

  

 

 

 

LA PETIZIONE PROMOSSA DALL’ANMIL 

A TUTELA DELLE FAMIGLIE DEGLI INVALIDI DEL LAVORO 

E DELLE PERSONE CON DISABILITÀ

 

 

L'ANMIL si è fatta promotrice di una petizione popolare per mobilitare i cittadini contro l’ingiustificato inserimento della rendita INAIL nell’ISEE, per la quale sta raccogliendo firme nelle oltre 500 Sedi dell’Associazione in tutt’Italia. Ad oggi oltre 20.000 persone hanno voluto siglare la petizione in occasione di 3 Open Day organizzati nelle Sedi ANMIL nelli quali è stato possibile incontrare esperti in materia fiscale e previdenziale.

 

L’esclusione della rendita dal computo dell’ISEE è necessaria perché il nuovo sistema di calcolo entrato in vigore nel 2015 penalizza i grandi invalidi e gli infortunati con disabilità percentualmente più elevate che non possono beneficiare a pieno delle compensazioni previste dal nuovo ISEE subendo, quindi, un ampio ed ingiustificato taglio delle prestazioni sociali finora loro riconosciute, oltre ad un aumento incondizionato delle quote di compartecipazione da pagare per ottenerli. La battaglia dell’ANMIL ha trovato anche il supporto dell’ANCI e di molte Regioni cui non piace il nuovo ISEE, che danneggia le fasce sociali più deboli. Alcuni Consigli regionali quali quello della Liguria, della Sardegna e della Valle d’Aosta cui si è aggiunto in seguito anche il Friuli Venezia Giulia, hanno sposato un documento della Commissione Welfare dell’ANCI che chiede un momento di riflessione che garantisca le prestazioni sociali a tutti coloro che già ne hanno usufruito l’anno scorso in attesa che si chiariscano le conseguenze di tre sentenze del TAR del Lazio che censurano il decreto del Governo attuativo sul nuovo ISEE.

 

A breve la comunicazione sulle firme raccolte.

 

 

Non far mancare il tuo sostegno a questa battaglia:

abbiamo bisogno di te e di tutti i tuoi cari!

 

Per maggiori informazioni telefonare al

Numero verde gratuito ANMIL  800.180.943