2007 - Rapporto Donne



Per informazioni: tel. 06 54196334 - fax 06 5406776 - ufficiostampa@anmil.it

  

Come accade da molti anni, l’Associazione Nazionale Mutilati ed Invalidi sul Lavoro (ANMIL), in occasione della Festa della Donna, promuove iniziative che mirano a far riflettere sulla condizione delle donne che lavorano e sulla tutela che viene riservata a quelle che rimangono vittime di infortuni, richiamando inoltre l’attenzione dell’opinione pubblica e delle istituzioni sul fenomeno degli infortuni sul lavoro delle donne e sulla necessità di garantire sia una maggior sicurezza in ambito lavorativo che una più efficace tutela delle donne che rimangono vittime di incidenti.
In quest’ottica il Presidente dell’ANMIL Pietro Mercandelli e il Gruppo per le politiche femminili dell’Associazione presenteranno alla stampa ed al mondo politico-istituzionale il Rapporto ANMIL su “Donne, infortuni sul lavoro e tutela delle vittime” nel corso di un incontro che si terrà il 7 marzo, dalle ore 13.00 alle ore 15.00, all’Hotel Nazionale (Roma, P.zza Montecitorio n. 131).
Il Rapporto propone un’analisi al femminile del fenomeno degli incidenti in ambito lavorativo e dei bisogni di tutela specifici e delle risorse a disposizione delle donne italiane, prendendo in considerazione anche le condizioni delle vedove dei caduti sul lavoro.
Saranno presenti all’incontro diverse donne per offrire la loro esperienza di vittime di incidenti sul lavoro o di vedove o madri che hanno in qualche modo subito le ripercussioni di un infortunio mortale legato all’attività lavorativa.
Le statistiche denunciano che il fenomeno degli infortuni delle donne è in ascesa, in parte per l’aumento dei tassi di occupazione femminile, in parte per il sempre più frequente ingresso delle donne in settori lavorativi ad alto rischio di infortuni che, fino a ieri, prevedevano esclusivamente lavorazioni destinate agli uomini.
A questo trend si affiancano due ulteriori problemi legati alle gravi conseguenze socio-psicologiche derivanti dall’infortunio: il difficile recupero della autostima e l’incapacità di ricostruire una serena vita affettiva familiare, sociale e lavorativa.
L’evento di quest’anno fa immediato seguito alla presentazione del Primo Rapporto ANMIL sulla tutela delle vittime del lavoro, che il 24 gennaio scorso, proprio alla vigilia della Seconda Conferenza Nazionale sulla Salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro di Napoli, ha richiamato l’attenzione sulle peggiorate condizioni dei lavoratori infortunati.
E’ previsto un light Lunch per gli intervenuti. Si richiede cortesemente un riscontro per l’accredito dei giornalisti a mezzo fax 06.5406776 o alla mail ufficiostampa@anmil.it