G.IN.CO.S.


Per informazioni: tel. 06 54196230 - fax: 06 5402248 - email: studi@anmil.it

 

L'ANMIL DA VITA AL PROGETTO GINCOS - GESTIONE, INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE PER LA SICUREZZA

L’ANMIL è presente in tutte le province d’Italia, con una classe dirigente di circa 1600 dirigenti su più di 420.000 iscritti; si tratta di lavoratori che hanno “sperimentato” sulla loro pelle le problematiche connesse agli infortuni e, conseguentemente, hanno maturato una sensibilità particolare al tema della cultura della sicurezza e che hanno quindi una forte motivazione e vocazione a trasmettere  certe nozioni ed informazioni.

Per questo è importante dare a chi opera come volontario dell’Associazione i giusti strumenti e le giuste competenze che permettano loro di rapportarsi con l’esterno, non solo offrendo servizi per i propri associati, ma anche e soprattutto sensibilizzando l’opinione pubblica  in materia di sicurezza sul lavoro. E’ quindi necessario realizzare un percorso flessibile per poter rispondere ai differenti bisogni dei dirigenti e realizzare un percorso formativo/informativo ricco di stimoli tale da permettere loro la progettazione di azioni di promozione della cultura della sicurezza e il “saper” raccogliere le informazioni necessarie per costruire una banca dati d’eccellenza.

La complessità del contesto in cui opera l’ANMIL richiede sempre più l’applicazione di modelli organizzativi e operativi efficienti e innovativi, in grado non solo di corrispondere ma anche di anticipare i bisogni dell’utenza, offrendo servizi di qualità che richiedono professionalità e competenza che non possono più essere lasciati alla sola sensibilità e volontarietà dei membri dell’Associazione, direttamente impegnati nella direzione e gestione delle sedi periferiche. La costituzione di una banca dati d’eccellenza permetterà di raccogliere e confrontare informazioni che fino ad oggi sono state spesso slegate fra di loro, dando notizie riguardanti anche e soprattutto l’aspetto legale degli infortuni sul lavoro, partendo dalla modulistica da compilare per richiedere l’invalidità fino ad arrivare alle tempistiche di un processo in caso di problemi dopo l’incidente. In questo modo i dirigenti volontari, che si trovano a stretto contatto con i propri associati e che a loro volta hanno sperimentato cosa significa essere vittima di un incidente sul lavoro, potranno prestare un servizio aggiuntivo, consigliando i propri iscritti sia da un punto di vista emotivo che amministrativo e legale.

 

Gli obiettivi di G.IN.CO.S.
 

  • fornire ai dirigenti volontari (regionali e provinciali) strumenti e conoscenze trasversali rispetto ai temi della sicurezza, per poter progettare, promuovere e sviluppare azioni di sensibilizzazione sulla sicurezza e prevenzione degli incidenti, nonché acquisire elementi base della legislazione in materia di infortuni e delle procedure da mettere in atto per il riconoscimento dell’invalidità, oltre a conoscere le tempistiche dell’iter processuale nel caso in cui si dovesse portare la causa in tribunale;
  • fornire ai dirigenti volontari (regionali e provinciali) gli strumenti e le conoscenze utili a raccogliere, analizzare e gestire, a livello territoriale, le diverse casistiche di incidenti, al fine di implementare una banca dati che possa fungere da riferimento per migliorare i servizi offerti agli associati e potenziare la tutela legale degli stessi;
     
  • creare una banca dati che raccolga i dati su diversi aspetti degli incidenti sul lavoro, implementata con riferimento alla giurisprudenza e alla dottrina in termini di sicurezza e di riconoscimento dell’invalidità, che diventerà uno strumento a livello nazionale per ogni operatore dell’Associazione.