SERVIZIO CIVILE: UN'OPPORTUNITÀ PER TANTI GIOVANI


 

SCADE IL 5 FEBBRAIO 2018 LA POSSIBILITÀ PER I GIOVANI

DI PRESENTARE DOMANDA DI AMMISSIONE

AI PROGETTI DEL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE

ATTIVATI DA ANMIL ONLUS E PATRONATO ANMIL

 

A oltre 15 anni dalla sua istituzione, è una formula ormai collaudata e di successo quella del Servizio Civile Nazionale che, in sostituzione del servizio di leva, si rivolge ai giovani di entrambi i sessi, tra i 18 e i 29 anni non compiuti al momento della presentazione della domanda che intendono mettersi, per un anno, al servizio della società, aderendo ai progetti attivati da organizzazioni no-profit, come l’ANMIL e il Patronato ANMIL, che operano nel rispetto dei principi della solidarietà, della partecipazione, dell’inclusione e dell’utilità sociale. I settori in cui si sviluppano i vari progetti sono tra i più diversificati: protezione civile, ambiente, assistenza, educazione e promozione culturale, patrimonio artistico e culturale.

Nei progetti attivati in varie città d’Italia da ANMIL e dal Patronato ANMIL potranno essere avviati in totale 251 giovani rispondenti ai requisiti previsti dopo aver inoltrato la propria candidatura che dovrà pervenire inderogabilmente entro le ore 14.00 del 5 febbraio. È importante effettuare una giusta scelta del progetto perché può essere inviata una sola domanda (pena l’esclusione da qualunque progetto, anche di altri enti).

In particolare, i progetti per ANMIL Onlus riguardano 12 città e 16 quelle per il Patronato ANMIL: per candidarsi non è necessario avere la residenza in quella in cui si svolge il Progetto.

EMILIA ROMAGNA - Progetto "Family Agricoltura" (8 città – Ente promotore: ANMIL Onlus): Bologna, Ferrara, Forlì, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna e Reggio Emilia.

SICILIA - Progetti "Persone e famiglia in agricoltura" e "Tutela dei diritti e della povertà alimentare" (8 città – Ente promotore: ANMIL Onlus): Agrigento, Caltanissetta, Catania, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Trapani

 

LOMBARDIA - Progetti "Aiutiamo gli immigrati: la dura vita di un disagio adulto di un immigrato che lavora i campi" e "Family Lombardia – Contro lo spreco alimentare" (9 città – Ente promotore: ANMIL Onlus): Bergamo (1 progetto), Brescia (1 progetto), Como (1 progetto), Cremona (1 progetto), Gallarate (1 progetto), Milano (1 progetto), Monza (2 progetti), Pavia (1 progetto), Sondrio (1 progetto).

 

I progetti per cui è possibile presentare la domanda sono: “Family Lombardia” nel Settore dell’Educazione e Promozione culturale che ha come Area di intervento l’Educazione ai diritti del cittadino/Sportelli informa-famiglia; “Aiutiamo gli immigrati” per il Settore Assistenza, che ha come Area di intervento gli Immigrati e i Profughi; "Family Agricoltura", per offrire nuove forme di sostegno per le famiglie che non siano di tipo meramente assistenzialistico, ma che promuovano la cittadinanza attiva della famiglia e quindi il protagonismo di questa alla vita della comunità; "Persone e Famiglie in agricoltura"; "Tutela dei diritti e della povertà alimentare".

La durata del servizio è di 12 mesi e i risultati delle graduatorie con date e luogo dei colloqui per le selezioni saranno pubblicati sui siti www.anmil.it e www.patronatoanmil.it 

 

 

Cos'è il Servizio Civile Nazionale

Il Servizio Civile Nazionale opera nel rispetto dei principi della solidarietà, della partecipazione, dell’inclusione e dell’utilità sociale nei servizi resi, anche a vantaggio di un potenziamento dell’occupazione giovanile. Le aree di intervento del Servizio Civile Nazionale sono riconducibili ai settori di:

  • ambiente, assistenza, educazione e promozione culturale, patrimonio artistico e culturale, protezione civile, servizio civile all'estero.

 

Finalità

La legge 64/01, con cui è stato istituito il Servizio Civile Nazionale prevede all’art.1 il raggiungimento delle seguenti finalità:

  • concorrere, in alternativa al servizio militare obbligatorio, alla difesa della Patria con mezzi ed attività non militari;
  • favorire la realizzazione dei principi costituzionali di solidarietà sociale;
  • promuovere la solidarietà e la cooperazione, a livello nazionale ed internazionale, con particolare riguardo alla tutela dei diritti sociali, ai servizi alla persona ed alla educazione alla pace fra i popoli;
  • partecipare alla salvaguardia e tutela del patrimonio della Nazione, con particolare riguardo ai settori ambientale, storico-artistico, culturale e della protezione civile;
  • contribuire alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani mediante attività svolte anche in enti ed amministrazioni operanti all'estero.

La legge ha visto convivere, in una prima fase, due forme di Servizio civile: obbligatorio, per gli obiettori di coscienza e, su adesione volontaria, per le giovani donne secondo alcuni requisiti previsti dalla normativa.

La sospensione della leva obbligatoria, prevista dalla legge 226/2004, ha decretato nel 2005 la seconda fase di applicazione della norma; la partecipazione al Servizio civile nazionale è rivolta ai giovani di entrambi i sessi ed esclusivamente tramite adesione volontaria.

 

Il Sistema

Il SCN è un sistema che prevede la partecipazione di vari attori e l’organizzazione di alcune fasi.

Gli attori sono:

  • lo Stato
  • gli Enti
  • i volontari

Le fasi:

  • il bando per i progetti
  • la presentazione dei progetti
  • la valutazione e graduatoria
  • l’approvazione dei progetti finanziabili
  • il bando per la selezione dei volontari

 

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito http://www.serviziocivile.gov.it