VII EDIZIONE

DEL PREMIO GIORNALISTICO "PIETRO DI DONATO"

 

Un evento che avvicina l’informazione d’inchiesta

al tema della sicurezza sul lavoro


Per informazioni: numero verde gratuito 800180943

  
  
Stampa  


LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE SI TERRÀ A TARANTA PELIGNA (CH)
IL 25 NOVEMBRE. A BREVE L'ELENCO DEI VINCITORI.

 

Giunto alla settima edizione ritorna il Premio giornalistico dedicato alla memoria dello scrittore Pietro Di Donato.

Il Concorso giornalistico è promosso dal Comune di Taranta Peligna, in provincia di Chieti, e realizzato in collaborazione con l’ANMIL, l’INAIL Abruzzo, l’ANCI, l’Ordine dei giornalisti, la FNSI (Federazione Nazionale Stampa Italiana), la CIA (Confederazione Italiana Agricoltori) e l’Enel Spa. Il premio, che ha ricevuto l’adesione della Presidenza della Repubblica e il Patrocinio della Regione Abruzzo, è stato presentato lo scorso 10 Ottobre in Senato. 

 

La cerimonia di premiazione si terrà il 25 novembre a partire dalle ore 15.30 nella Palestra ex scuole medie di Taranta Peligna. Nei prossimi giorni sarà pubblicato l'elenco dei vincitori.

 

 

“L’importante appuntamento annuale del Premio Di Donato costituisce per la Regione Abruzzo un evento di risonanza nazionale - ha commentato il Direttore regionale dell’INAIL Abruzzo, Nicola Negri - denso di significato anche per lo spessore dei componenti della Giuria, in cui il tema della diffusione della cultura della sicurezza e della prevenzione degli infortuni sul lavoro si coniuga con l’aspetto letterario della narrativa e dell’informazione di inchiesta. A tale scopo - ha aggiunto - mi auguro un’ampia partecipazione dei giornalisti di ogni città d’Italia affinché il tema della sicurezza negli ambienti di lavoro diventi sempre più un impegno concreto e condiviso da tutti”.

 

La notorietà dello scrittore nato a Taranta Peligna e costretto, dopo la morte del padre, a lavorare come muratore per mantenere la madre e i suoi otto fratelli, esplose nel 1939 con la pubblicazione del suo primo romanzo “Cristo tra i muratori”. Definito dalla critica contemporanea “uno dei più grandi romanzi proletari di tutti i tempi”, il testo racconta la tragica storia del padre Geremia, operaio edile deceduto in cantiere il Venerdì Santo del 1923 e ha ispirato l’omonimo film diretto da Edward Dmytryk ed interpretato da Sam Wanamaker e Lea Padovani, vincitore del Premio Pasinetti alla Mostra del cinema di Venezia del 1950.

I lavori inviati saranno esaminati da una Giuria di qualità composta, oltre dal Presidente dell’ANMIL, Frano Bettoni, da: Fausto Bertinotti; Tiziano Treu, Presidente del CNEL; Giuseppe Giulietti, Presidente della FNSI; Nicola Negri, Direttore regionale dell’INAIL Abruzzo. Al primo classificato per ogni sezione sarà conferita una somma 2mila euro, mentre i secondi in classifica avranno un riconoscimento speciale del Comune di Taranta Peligna di 500 euro.

 

 

Per partecipare al Concorso, consultare i seguenti documenti: